Home>Le Rubriche>Misteri e leggende>La leggenda del Casino degli Spiriti di Venezia

La leggenda del Casino degli Spiriti di Venezia

Venezia con i suoi fatiscenti palazzi e le sue lugubri isole abbandonate, sono stati luoghi ricchi di misteri e di leggende. Alcune di queste hanno fondamento in fatti e avvenimenti realmente accaduti, altre sono storie nate ed evolute grazie alle dicerie popolari.

Una delle leggenda,  riguarda la dependance di Palazzo Contarini dal Zaffo, situato lungo le fondamenta Gasparo Contarini a Cannaregio, che apparteneva nel ‘500 a Giuseppe Contarini, cardinale e famoso mecenate.

Il Casino degli Spiriti, considerato un luogo maledetto, poichè si racconta che il palazzo fosse un luogo di ritrovo ideale per gli spiriti irrequieti. In realtà ci furono anche fatti di sangue ad aver contribuito alla sua leggenda.

Ad alimentare la pessima reputazione, si dice che il casino fosse anche la sede di una setta che organizzava riti satanici. Testimoni raccontavano di aver visto, tra la nebbia nella notte, persone incappucciate e nascoste da mantelli reggere delle fiaccole, tra il rumore della risacca unito al fischio del vento invernale che facevano assomigliare i rumori ad un lugubre ululato.

Il fantasma più famoso che si dice apparisse spesso tra le sue stanze era quello di Luzzo, pittore del ‘500, che in quelle stanza si incontrava con Giorgione, Tiziano e Sansovino. Luzzo morì suicida a causa di un amore non corrisposto: si era follemente invaghito di una delle amanti del Giorgione, Cecilia.

Si narra infatti che tra le stanze dell'edificio, il celebre pittore Luzzo si incontrasse molto spesso con altri artisti, come Giorgione, Tiziano e Sansovino. La storia di Luzzo fu delle più tragiche, a tema amoroso: si innamorò infatto di un amore non corrisposto di Cecilia, una delle amanti proprio del Giorgione. Per i suoi continui rifiuti, si tolse la vita.

Oggi la proprietà è suddivisa tra due istituzioni religiose ed è possibile chiedere alla portineria di visitare il bellissimo giardino.

 Vedi anche: 

Meteo Veneto

I nostri prodotti