Home>archivio notizie>Apre il Museo del Gioiello in Basilica Palladiana

Apre il Museo del Gioiello in Basilica Palladiana

Primo in Italia e uno dei pochi al mondo interamente dedicato al gioiello, ha inaugurato ieri il Museo del Gioiello di Vicenza, spazio museale permanente di 410 metri quadrati all’interno dello spettacolare contesto della Basilica Palladiana, il cui progetto è ideato e gestito da Fiera di Vicenza in partnership con il Comune di Vicenza.

All’inaugurazione di mercoledì 17 dicembre 2014 erano presenti il presidente di Fiera di Vicenza Matteo Marzotto, il direttore generale di Fiera di Vicenza Corrado Facco, il sindaco di Vicenza Achille Variati, il Vicesindaco e Assessore alla Crescita del Comune di Vicenza Jacopo Bulgarini d’Elci, il progettista degli allestimenti del Museo del Gioiello Patricia Urquiola e il direttore del museo Alba Cappellieri, professore di Design del Gioiello al Politecnico di Milano e principale studiosa del gioiello in Italia.
L’appuntamento ha coinciso con altri due importanti eventi culturali del vicentino: la presentazione alla stampa della grande mostra in Basilica Palladiana ‘Tutankhamon Caravaggio Van Gogh. La sera e i notturni dagli Egizi al Novecento’, della mostra di Palazzo Chiericati ‘Il silenzio della realtà. La realtà del silenzio’ di Antonio Lòpez Garcìa e delle personali di quattro affermati artisti italiani, Silvio Lacasella, Matteo Massagrande, Giuseppe Puglisi e Piero Zuccaro, ospitate negli spazi del Chiericati Underground.

“Vicenza città del Palladio e Vicenza città dell’oro” afferma con orgoglio ed entusiamo il sindaco Variati, “trovano la risposta più alta nella sintesi del Museo del Gioiello in Basilica. Nel novembre del 2012 la prestigiosa rivista inglese The Guardian ha definito Vicenza ‘gemma nascosta del Nord Italia’. Già allora la nostra amministrazione aveva inserito fra le linee strategiche gli investimenti in cultura, con le grandi mostre in Basilica e con il restauro dei monumenti resi anche funzionali. In due anni 670.000 persone hanno visitato la Basilica: per fare un confronto, prima il monumento più visto era il Teatro Olimpico con 100.000 biglietti all’anno”.
Il museo, che aprirà ufficialmente al pubblico mercoledì 24 dicembre 2014, offre un’esperienza estetica e conoscitiva sul gioiello sviluppandosi in un percorso scientifico e didattico articolato su due livelli. Al pianterreno troviamo il bookshop, punto di riferimento culturale dove poter trovare testi nazionali ed internazionali sul gioiello, e la sala versatile, sede di esposizioni temporanee sui preziosi della gioielleria.
Al piano superiore, cuore del museo, troviamo nove sale espositive (curate da esperti internazionali quali Aldo Bakker, Gijs Bakker, Bianca Cappello, Franco Cologni, Deanna Farneti Cera, Graziella Folchini Grassetto, Stefano Papi, Maura Picciau, Paolo Maria Guarrera, Alfonsina Russo e Ida Caruso) con circa 400 pezzi di gioielleria, organizzati e disposti seguendo un preciso percorso tematico attraverso il tempo e le culture: Simbolo, Magia, Funzione, Bellezza, Arte, Moda, Design, Icone e Futuro.
“Il Museo è stato pensato come un’esperienza della conoscenza” spiega Alba Cappellieri, “e non come una testimonianza polverosa del passato. Presenterà il gioiello nelle sue molteplici sfaccettature: l’antico dialogherà con il contemporaneo e i capolavori etruschi o neoclassici saranno affiancati dai gioielli più innovativi in 3D printing. Sarà un viaggio alla scoperta dell’universo gioiello”.

“Siamo orgogliosi” afferma Marzotto, “di inaugurare il Museo del Gioiello, alla vigilia di un anno importante per Fiera di Vicenza, per il territorio e per un sistema paese che nei prossimi mesi ospiterà Expo 2015. Il Museo è un progetto straordinario che premia e valorizza l’identità culturale di questa regione e il distretto orafo gioielliero, una delle sue principali vocazioni produttive”.
Non solo un museo consacrato al gioiello e all’arte orafa, ma anche un’ode ad una delle eccellenze della nostra regione qual è la gioielleria.


TESTO Elisa De Conti




VEDI ANCHE:

Meteo Veneto

I nostri prodotti