Home>archivio notizie>"Arancia Meccanica" apre la nuova stagione al Verdi di Padova

"Arancia Meccanica" apre la nuova stagione al Verdi di Padova

Al via, con “Arancia Meccanica”, la nuova stagione teatrale al Verdi di Padova

Il Teatro Verdi di Padova apre oggi, mercoledì 5 novembre, la nuova stagione di prosa 2014/2015 con l’adattamento teatrale del romanzo distopico di Anthony Burgess del 1962 “Arancia Meccanica”.
Una sfida non facile, visti tutti i precedenti tentativi che non siano il geniale riadattamento kubrickiano, quella di portare in scena il cult assoluto della fantapolitica, sfida coraggiosamente accettata dal regista Gabriele Russo.
Lo spettacolo, su sceneggiatura di Tommaso Spinelli e musiche di scena di Marco Castoldi (sì, proprio Morgan!) è prodotto dal Teatro Bellini di Napoli e dal Teatro Nazionale del Mediterraneo ed interpretato da Alfredo Angelici, Marco Mario De Notaris, Martina Galletta, Stefano Gavasso, Alessio Piazza, Daniele Russo e Paola Sambo (scene di Roberto Crea, costumi di Chiara Aversano, luci di Salvatore Palladino) e resterà in scena fino a domenica 9 novembre.
“La sottile linea di confine fra bene e male,” spiega Russo, “il rapporto fra vittima e carnefice, la connessione fra la violenza del singolo individuo e quella della società sono i temi che porto in evidenza”.

Il programma teatrale continuerà con due produzioni dello Stabile del Veneto, “7 minuti” di Stefano Massini (regia di Alessandro Gassmann) dal 26 al 30 novembre e “Massacritica. Il totalitarismo nell’era di Facebook” di Giorgio Sangati dal 10 al 14 dicembre, e ancora, nel 2015 “Il giuoco delle parti” di Pirandello, il “Re Lear” di Michele Placido, “Il mondo non mi deve nulla” di Massimo Carlotto, “Il Tartufo” di Molière con Eros Pagni e Tullio Solenghi e “La dodicesima notte” di William Shakespeare con Carlo Cecchi.


Per info e dettagli, consultare il sito ufficiale del Teatro Stabile del Veneto: www.teatrostabileveneto.it



TESTO Elisa De Conti 





Meteo Veneto

I nostri prodotti