Si terrà dal 4 al 7 giugno a Buie, in Croazia, la terza edizione del Festival dell’Istroveneto, promosso dall'Unione Italiana, in collaborazione, con il sostegno e con il patrocinio della Città di Buie, dell'Assessorato alla Cultura della Regione Istriana, dell'Università popolare di Trieste e della Regione Veneto.

Il progetto è stato inaugurato nel 2012 per la salvaguardia del dialetto istroveneto, anche attraverso concorsi letterari e video. La minifestazione, che ha ottenuto il Patrocinio della Regione Veneto vista la sua importanza e il suo alto valore culturale, ha lo scopo di tutelare e promuovere il dialetto istroveneto che, nonostante sia una “lingua viva“ in quanto attivamente parlata, subisce in seguito ai naturali mutamenti socio-economici, un lento ma inesorabile impoverimento lessicale, in particolar modo nella sfera legata agli antichi mestieri e alla vita agreste.

Per tutelare e rilanciare l'idioma, il festival prevede al suo interno una rassegna di cori, di gruppi teatrali, di cantautori e tavole rotonde.
La particolarità di questo Festival è il fatto che esso è nato a Buie e continuerà a svolgersi a Buie, evento ormai tipico di questa città. Il Festival vuole promuovere e valorizzare quella che rappresenta un’espressione rilevante e significativa che unisce la realtà di tre stati, Italia, Croazia e Slovenia. 

Ti potrebbe interessare anche:

Giugno: musei in piazza ad Asolo

Festa della Sensa: Venezia e il mare