Home>archivio notizie>Il programma 2015 della Fondazione Musei Civici di Venezia

Il programma 2015 della Fondazione Musei Civici di Venezia

26 febbraio 2015




La programmazione del 2015 della Fondazione Musei Civici di Venezia si preannuncia ricca e variegata, all’insegna di grandi mostre, imperdibili eventi ed accattivanti attività.

Elementi centrali di questo nuovo anno sono il restauro e la valorizzazione delle opere mobili, il restyling di alcune sedi e la produzione culturale nei campi della ricerca e della catalogazione del patrimonio.
Dalla riapertura del Museo del Vetro il 9 febbraio scorso, con spazi espositivi raddoppiati ed allestimenti e percorsi ridisegnati che consentono di cogliere al meglio la millenaria tradizione del vetro a Murano, alla realizzazione del progetto di restyling ‘Sublime Canova’ al Museo Correr, che prevede l’accorpamento e il restyling espositivo delle opere del grande scultore appartenenti al museo, gli interventi di miglioramento del sistema museale si inseriscono coerentemente all’interno della strategia operativa generale avviata negli ultimi anni da MUVE, che ha sempre ritenuto prioritaria la costante innovazione di servizi e percorsi museografici al fine di garantire un livello internazionale delle sedi museali.
La realizzazione di ‘Sublime Canova’, grazie alla quale i capolavori canoviani troveranno ora una nuove presentazione, è stata possibile grazie al mecenatismo di Venice International Foundation – American Friends of Venice Foundation e Comitè Français pour la Sauvegarde de Venise.
E’ stata avviata, inoltre, la Collana dei Cataloghi Generali delle collezioni permanenti, opera di catalogazione dell’intero patrimonio artistico del Comune di Venezia dato in gestione alla fondazione, che richiederà anni di lavorazione e sfocerà in una serie di esposizioni temporanee di alto profilo, per qualità dei contenuti e dei prestiti ottenuti.
La programmazione prevede una trentina di eventi di spessore in tutte le sue sedi museali: dalle grandi mostre di arte antica e moderna (come la mostra su Henri Rousseau), a quelle tema storico legate al XIX e XX secolo, come quella sulla Nuova Oggettività tedesca e sull’arte durante la Repubblica di Weimar, fino agli appuntamenti di MUVE contemporaneo, la rassegna nata per dialogare con la Biennale di Arti Figurative.
Le iniziative saranno condite da un’interessante e diversificata offerta didattica e formativa.

Per maggiori informazioni, consultare il sito ufficiale: 










VEDI ANCHE:


 

Meteo Veneto

I nostri prodotti