Home>archivio notizie>Il Veneto campione di export enologico italiano

Il Veneto campione di export enologico italiano

Nei primi sei mesi del 2014 il Veneto si classifica come campione assoluto dell’export enologico italiano, aumentando ancora la sua percentuale di esportazione di vini e mosti sul totale nazionale.
Come ci spiega Franco Manzato, Assessore all’Agricoltura, “dal 31,5 per cento del prodotto italiano venduto all’estero il Veneto è passato a circa il 32,3 per cento, più precisamente al 32,28 per cento, con una ulteriore crescita del 4,7 per cento in valore rispetto allo stesso periodo del 2013. E’ un dato confortante, lusinghiero e impegnativo; che ci fa sentire tutta la responsabilità che abbiamo sul mercato mondiale, come regione di vertice all’interno del settore nazionale”.

“Stiamo parlando di un mercato mondiale difficile, sostanzialmente stagnante nei consumi”, continua Manzato, “rispetto al quale teniamo e ampliamo le posizioni, grazie soprattutto al Prosecco, ma non solo, che acquista sempre più credito tra i consumatori di tutti i continenti per il rapporto prezzo-qualità. Questo avviene in un momento nel quale vi sono Paesi produttori importanti, come la Spagna, colpiti da una crisi di sovrapproduzione e che vendono il loro prodotto a prezzo estremamente concorrenziale, guadagnando posizioni nell’export soprattutto in volume (+47 per cento), ma anche in valore (+18 per cento). Ecco perché i nostro produttori, e noi con loro, anche alla luce dell’andamento vendemmiale, sono saggiamente prudenti nel controllare il rapporto quantità-qualità-prezzo”.

E’ proprio sulla questione del rapporto qualità-prezzo che si farà leva per raggiungere l’obiettivo di espansione del nostro agroalimentare nel mercato internazionale, in particolar modo cinese.
Questa settimana una missione economica regionale presenzierà alla Fiera Agricola di Yancheng, portando in evidenza, soprattutto, la convenienza dei vini di casa nostra, provenienti da 77.500 ettari vocati alla coltivazione del vigneto, con 27 aree a Doc e 14 vini a Denominazione d’Origine Controllata e Garantita, dati che, non a caso, fanno della nostra regione la prima produttrice d’Italia.

Nel 2013”, spiega Manzato, “abbiamo prodotto 9 milioni di ettolitri di vino, una quantità più che tripla rispetto all’intera produzione della Nuova Zelanda e paragonabile a quella dell’intero Sudafrica. Si tratta di un vino eccellente con un ottimo rapporto qualità-prezzo che lo rende molto richiesto nei mercati internazionali, dove di fatto una bottiglia italiana su tre proviene dalla nostra regione, con tipologie antiche e autoctone che sanno conquistare anche la clientela più esigente”.

Il settore enologico continua a raccogliere successi per il Veneto, confermandosi tra i settori di punta della nostra regione, a testimonianza di una tradizione agricola ed enoculturale di immenso valore.

Meteo Veneto

I nostri prodotti