Home>archivio notizie>Nuova vita ai vigneti della Serenissima

Nuova vita ai vigneti della Serenissima

Il nuovo progetto del Consorzio Vini Venezia e del Centro di Ricerche per la Viticoltura di Conegliano ha come obiettivo la rivitalizzazione del patrimonio vinicolo di Venezia e della laguna.

Al fine di scoprire origine, provenienza e caratteristiche delle antiche viti presenti in laguna per poi campionarle e creare una banca genetica delle varietà ricavate dallo studio, Consorzio Vini Venezia ha iniziato nel 2010 un progetto di ricerca in collaborazione con le Università di Padova e Milano e il CRA-Vit di Conegliano.
Grazie al supporto del professor Attilio Scienza, è stato intrapreso un lavoro di recupero dei vecchi vigneti sparsi fra Venezia e le isole della Laguna, ricercando all’interno di conventi, broli, giardini ed altri luoghi possibili esemplari sopravvissuti alla fillossera.
La ricerca è finalizzata alla creazione di una mappatura, attraverso lo studio del Dna, delle vecchie viti di Venezia con lo scopo di ristrutturare un vecchio vigneto di Torcello ed uno all’interno del convento dei Carmelitani Scalzi.
Il progetto è di grande importanza a livello sia economico che culturale all’interno di un settore, quello enologico, che è e resta, col passare del tempo, una delle punte di diamante della Regione Veneto.





VEDI ANCHE:

Meteo Veneto

I nostri prodotti