Home>archivio notizie>Tra Marco e Todaro: dove avvenivano le esecuzioni capitali

Tra Marco e Todaro: dove avvenivano le esecuzioni capitali

“Star tra Marco e Todaro”...


In Piazza San Marco si trovano due colonne, dette di Marco e Todaro. Un tempo, le condanne a morte decretate dalla Repubblica venivano eseguite su un palco montato al centro di queste due colonne.

 

Da qui trae origine sia il modo di dire “star tra Marco e Todaro” (trovarsi in una situazione incresciosa), che l’altra espressione popolare “te fasso vedar mi che ora che la xé” (ti faccio vedere io che ora è!).
Quest’ultima deriva dalla consuetudine di mettere il condannato a morte con il viso rivolto alla Torre dell’Orologio di Piazza San Marco, che diventava, quindi, l’ultima immagine della povera vittima prima i esalare l’ultimo respiro.

 

Gli antichi simboli del potere, Palazzo Ducale, Ponte dei Sospiri e le Prigioni, costituiscono il “percorso di Giustizia” dello Stato Veneziano, che si completava, appunto, con l’esibizione pubblica della pena capitale sotto “l’occhio” di Palazzo Ducale stesso, edificio per eccellenza rappresentante l’autorità.

 

LEGGI ANCHE:

Meteo Veneto

I nostri prodotti