Home>archivio notizie>Veneto: buyers di USA, Messico e Canada per le aziende vinicole

Veneto: buyers di USA, Messico e Canada per le aziende vinicole


Obiettivi importanti per gli addetti del settore vitivinicolo: aumentare del 30% le esportazioni di vino all’estero in 3 anni.

Per raggiungere questo importante obiettivo sono iniziate le ricerche per trovare i potenziali compratori stranieri e come ammaliare questi buyers?

Portandoli a casa, tra i vigneti a visitare territori e aziende, assaggiare vini, gustare gli altri prodotti agroalimentari di qualità, conoscere una terra che custodisce storia, cultura e arte.

22 buyers provenienti da Canada, Messico e Usa, accompagnati da tre giornalisti, hanno incontrato ieri, 19 giugno, oltre un centinaio di aziende vitivinicole venete per una giornata di appuntamenti d’affari B2B, organizzata dentro una settimana di full immersion nei vigneti della Regione.

Il Veneto già da anni punta al mercato estero, per far conoscere le proprie eccellenze enologiche in tutto il mondo, infatti siamo i primi esportatori d’Italia, per un valore che lo scorso anno ha superato il miliardo 587 milioni e con una crescita continua che oggi copre il 31,5 per cento dell’intero export vitivinicolo nazionale.

Questo è il primo incontro di tre che hanno la finalità di allargare l’offerta dal vino all’intero agroalimentare di qualità.
Come è stata fatta la scelta dei buyers?

Gli USA stanno diventando uno dei principali mercati di destinazione del vino veneto e sono il maggiore mercato di consumo mondiale.
Il Messico ha visto raddoppiare il consumo di vino negli ultimi dieci anni e l’Italia si situa al quarto posto come Paese estero fornitore.
Il Canada punta alla distinzione e alla qualità.

I primi contratti sono già stati firmati!

Meteo Veneto

I nostri prodotti