Canale d'Agordo

Canale d’Agordo è un piccolo paese in provincia di Belluno di circa 1100 abitanti situato a 976 m s.l.m. nella Valle del Biois, vicino a Falcade. E' circondato da imponenti vette come il monte Civetta, Cima Pape, Sass Negher, il monte Pelmo, le Pale di San Martino, le Cime d'Auta la Marmolada, ed è Patrimonio Naturale dell’Umanità UNESCO.

In origine Canale d'Agordo era conosciuto con il nome di Forno di Canale per via della sua attività mineraria e centro siderurgico. A partire dal 1300 nella Valle di Gares si estraevano i minerali destinati agli altoforni della zona per la produzione di rame. Nelle frazioni del paese nacquero le fucine dove venivano forgiate le spade per la Repubblica Serenissima.


Canale d’Agordo è il paese natale di celebri personaggi come il poeta Valerio Da Pos (1740-1822) e del paesaggista Giuseppe Xais (1709-1781), ma sopratutto del Cardinal Albino Luciani di Canaledi noto come Giovanni Paolo I, "il papa del sorriso", pertanto è un luogo di pellegrinaggio religioso, oltre ad essere frequentato per le sue bellezze naturalistiche e paesaggistiche, presenta strutture dall’alto profilo architettonico, culturale e storico.

Le risorse idriche provenienti dai corsi d'acqua per vengono sfruttate per la produzione di energia idroelettrica nella centrale di Canale d'Agordo

Non lontano dal centro sorge la vecchia Latteria Cooperativa di Forno di Canale, primo esempio di latteria cooperativa in Italia creata per unire le forze degli agricoltori e produttori caseari locali e migliorare le condizioni di vita del paese.

Precursore dell'attività turistica dell'Agordino, si trova il primo albergo di tutta la valle del Biois “Al Gallo”, nato nella nella seconda metà del 1800, che ospitò i primi alpinisti che esploravano le Pale di San Martino.

Sul retro della Chiesa arcipretale si trova la prima birreria d’Italia acquistata dai fratelli Luciani, fondatori qualche anno dopo della birreria Pedavena la piu grande d'Italia.

da visitare nel paese:

La vecchia sede municipale del 1400 (fu un antico ospizio per viandanti e successiva sede della confraternita dei Battuti, ora Museo Albino Luciani)

La fontana in pietra disegnata da Giuseppe Segusini, donata assieme alla facciata della chiesa arcipretale del 1859 circa, dal dott. Giovanni Battista Zannini

La prima birreria d'Italia (dietro la chiesa) fondata nel 1847

La prima Latteria Socio Cooperativa istituita in Italia nel 1872 usata solo come punto vendita di prodotti lattiero caseari nel periodo estivo.

La "Casa delle Regole" (antica forma di amministrazione locale ora sostituita dai municipi) risalente all'anno 1640 nella borgata di Tancon nell'omonima piazza.

La casa natale di Papa Albino Luciani in via Rividella 8.

La casa natale di Giuseppe Zais (o Xais), alla testa dell'omonima via, famoso pittore paesaggista del Settecento.

L'antica casa "Vendramin" del 1400 fu abitazione del direttore delle miniere di Garés in località Val.


Durante l’anno, il paese di Canale d’Agordo propone alcune manifestazioni interessanti sotto il profilo culturale in quanto legate al passato della località; tra le quali la partecipatissima Sagra di San Giovanni Battista (24 Guigno) La sagra più importante, la Zinghenesta, il Carnevale tipico di Canale d’Agordo, quest'anno il 3 febbraio 2019, Un corteo di maschere antiche e moderne che sfilano per tutto l'abitato di Canale, la Casparetha, Maratona non competitiva con le ciaspole da neve e si svolge nel mese di gennaio, Estate in piazza, In collaborazione con la Pro Loco di Canale, la Lucciolata (In Val del Biois).

Meteo Veneto

I nostri prodotti