Fornesighe

Fornesighe (Fornegiśe in dialetto zoldano) è un piccolo borgo che si trova nelle Dolomiti Bellunesi, lungo la strada per il Passo Cibiana, appartenente al comune di Forno di Zoldo, in provincia di Belluno da cui dista solo 1,80 chilometri.

Come si puo' intuire dal nome, Fornesighe come la vicina Forno di Zoldo rivelano l'antica presenza di forni e aree dedite alla lavorazione dei dei metalli estratti dalle miniere della vicina Val Inferna.

Fornesighe gode di un panorama dolomitico affascinante sul gruppo del Tamer San Sebastiano e Sugli Spiz di Mezzodì, estensione nord del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi.

Il paese abitato da alcune centinaia di abitanti ha conservato il fascino dei tradizionali borghi dolomitici tipici dello Zoldano, mantenendo intatta l'architettura di montagna con le sue bellezze di una volta, gli stretti vicoli circondati da antichi fienili e splendide abitazioni in pietra e legno.

Tra gli edifici notevoli, si ricordano la bottega "dei Beretin" (con un murale dell'artista locale Bruno De Pellegrin), casa Arnoldo "Camelin", casa Costantin "Duodi", casa De Pellegrin "Geli", casa Mosena, casa Ros "Thoòt", casa Costantin "Ofiziai" e tabià Toldo-De Pellegrin.

Chiesa di San Vito
Fonti documentarie custodite all'Archivio Vescovile di Belluno attestano l'esistenza dal 1570 ma si presume che abbia origini più antiche. A partire dal 1727, in base a una richiesta avanzata dai regolieri di Fornesighe un decennio prima, la chiesa viene gradualmente risistemata e ampliata assumendo l'aspetto attuale. A questo periodo risale l'altare maggiore, opera di Giovanni Paolo Gamba Zampol (1761 ca.).

Ex Latteria
Nella piazza antistante la chiesa, si trova l'ex latteria dove nella facciata è visibile l'affresco realizzato Vico Calabrò, che rappresenta momenti di vita quotidiana inerenti la lavorazione dell'erba, del foraggio e la lavorazione del latte ed i suoi derivati.

Oggi è diventata la sede del Piodech Zoldan, associazione culturale che si occupa della valorizzazione del folklore locale. Al suo interno anche un piccolo museo etnografico che espone attrezzi per la lavorazione del latte e suoi derivati, maschere di carnevale (tipica del paese è la gnaga) e una mostra sull'arte dell'intarsio.

Meteo Veneto

I nostri prodotti