Home>Le Rubriche>Cucina Veneta>Aperitivo>They call it spritz...

They call it spritz...

Simbolo dell’aperitivo per  antonomasia, lo spritz ha origine, con tutta probabilità, nella zona del Triveneto, dove tuttora è molto apprezzato, e con precisione a Venezia (fino agli anni Ottanta, anche se oggi può sembrare assurdo, era molto difficile berlo al di fuori della provincia).

Ma chi fu l’inventore del popolare aperitivo veneto?
Di certo sappiamo solo che il termine ha origine tedesche, e risale ai tempi della dominazione asburgica in Veneto.
Immaginate un territorio a stretto contatto con le truppe austro-ungariche in pieno ’800, e aggiungete dei soldati (e dei diplomatici) non proprio abituati all’alta gradazione dei vini veneti. Come fare a stemperare l’intensità dell’alcool? Naturalmente allungando la bevanda. Così il vino venne diluito inizialmente con dell’acqua, e poi con del seltz, ancora oggi alla base dello Spritz.

Se siano stati gli stessi soldati a inventare il miscuglio, o se siano stati gli osti delle locande venete a dare avvio alla variante, resta un mistero. Ad ogni modo, il termine deriva quasi sicuramente dal verbo spritzen, ovvero spruzzare, innaffiare, proprio in allusione all’aggiunta dell’acqua per rendere più leggero il vino veneto.


di Elisa De Conti

 

VEDI ANCHE:

Meteo Veneto

I nostri prodotti