Bisato su l'ara

Probabilmente conosciuta meglio come anguilla al forno, è una specialità dell'isola di Murano, isola  lagunare del veneziano celebre per i pregiati vetri che vi si producono fin dal XIII secolo. 

L'ara del nome veneziano della ricetta corrisponde, infatti, alla pietra delle fornaci delle vetrerie sulla quale vengono fatti lentamente temperare i vasi di vetro una volta che gli abili maestri soffiatori li hanno lavorati e decorati. 

Questa pietanza, un tempo, veniva preparata proprio collocando la pentola con l'anguilla sull'ara e lasciandola cuocere lentamente. 

Ingredienti:
- 1 grosso bisato di circa 1 kg
- molte foglie fresche di alloro
- sale q.b.
- pepe macinato fresco q.b.

Preparazione:
Innanzitutto, strofinate la pelle del bisato con cenere di legna al fine di sgrassarla e, successivamente, decapitatelo e svuotatelo delle interiora, per poi tagliarlo a tronchetti di 4-5 cm. 

Disponete, ora, sul fondo di una larga casseruola di coccio un denso strato di foglie di alloro e collocatevi sopra con cura i tronchetti di bisato. Cospargeteli con un po' di sale e un po' di pepe macinato al momento e aggiungete un filo d'acqua. 

Coprite il tutto con un altro strato di alloro.
Nel frattempo, portate il forno a una temperatura media di circa 170° e introducetevi la casseruola: lasciate cuocere fino a che la polpa sarà diventata bianchissima e ben tenera (un'ora/un'ora e mezza). La grassezza della carne produrrà da sola il necessario condimento. 

Prima di servire, eliminare il primo strato di alloro e accompagnare il piatto con polenta gialla fumante. 

Meteo Veneto

I nostri prodotti