Home>Le Rubriche>Curiosità>Cos'è il diaframma della Porta Santa?

Cos'è il diaframma della Porta Santa?

La Porta Santa è quella porta di una basilica che viene murata per essere aperta solo in occasione di un Giubileo. La prima indicazione di una Porta Santa giubilare risale al 1423: si trattava di una soglia in San Giovanni in Laterano.

 

La più famosa è quella di San Pietro, ma ci sono altre Porte Sante nel mondo: non solo le altre tre basiliche maggiori di Roma ne hanno una (San Giovanni in Laterano, San Paolo fuori le mura e Santa Maria Maggiore), ma il Papa può decidere di concedere Porte Sante a ogni chiesa del mondo.

 

Interpretazione secondo la tradizione biblica:

 

La porta, immagine di Cristo, è luogo di transito verso il bene (Giovanni 10, 9; 10, 1; Matteo 16, 19). La porta giubilare è Cristo stesso che introduce nella città celeste, che perdona le colpe e rimette le pene. Nell'Antico Testamento il profeta Ezechiele (46, 1-3) afferma che la porta è il luogo attraverso il quale l'uomo passa per incontrare Dio.

 

Porta Santa nel Giubileo

 

Il rito più conosciuto del Giubileo è proprio l'apertura della porta. Il rito della porta santa esprime simbolicamente il concetto che, durante il Giubileo, è offerto ai fedeli un "percorso straordinario" verso la salvezza.

 

L'inizio ufficiale del Giubileo avviene con l'apertura della porta santa della basilica di San Pietro. Le porte sante delle altre basiliche vengono aperte nei giorni successivi. In passato la porta veniva smurata parzialmente prima della celebrazione, lasciando un diaframma che il Papa rompeva con un martelletto; quindi gli operai completavano la demolizione. In occasione del Giubileo del 2000, invece, il papa Giovanni Paolo II ha introdotto un rito più semplice e immediato: il muro è stato rimosso in anticipo lasciando solo la porta chiusa, che il papa ha aperto spingendo i battenti. Le porte sante rimangono aperte fino al termine dell'Anno santo, quindi vengono murate di nuovo.

 

Papa Francesco ha indetto lo scorso 13 marzo un Giubileo straordinario, dedicato in questa occasione al tema della Misericordia, che durerà dall’8 dicembre 2015 al 20 novembre 2016. Si tratta di un Giubileo tematico che ha lo scopo di richiamare la Chiesa alla sua missione pastorale, ma che ha anche forti riferimenti nei suoi contenuti all’ebraismo e all’Islam, con l’obiettivo di aprire al dialogo e di superare gli attriti fra le principali religioni monoteiste.

 

Anche in Veneto sono state selezionate alcune Porte Sante, già tutte aperte,  di seguito potete trovare l’elenco:

 

Patriarcato di Venezia

Cattedrale di S. Marco, Venezia (dal 13 dicembre)

Santuario S. Maria Assunta di Borbiago di Mira (dal 9 gennaio)

Chiesa parrocchiale S. Maria Concetta, Eraclea (dal 16 gennaio)

 

Carcere di S. Maria Maggiore (dal 18 dicembre)

Carcere Giudecca (dal 5 gennaio)

 

Diocesi di Adria-Rovigo

Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo, Adria (dal 13 dicembre)

Santuario del Piastrello, Lendinara (dal 20 dicembre)

Duomo, Rovigo (dal 20 dicembre)

 

Diocesi di Belluno-Feltre

Basilica cattedrale di San Martino, Belluno (dal 13 dicembre)

Concattedrale di San Pietro Apostolo, Feltre (dal 12 dicembre)

 

Diocesi di Chioggia

Cattedrale di Santa Maria Assunta, Chioggia (dal 13 dicembre)

 

Diocesi di Concordia-Pordenone

Cattedrale di Santo Stefano, Concordia Sagittaria (dal 26 dicembre)

Santuario di Madonna di Fatima, Portogruaro (dal 17 gennaio)

Chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta, Bibione (dal 27 maggio)

 

Diocesi di Padova

Cattedrale di Santa Maria Assunta, Padova (dal 13 dicembre)

Basilica pontificia di Sant’Antonio, Padova (dal 20 dicembre)

Cappella della Casa di reclusione Due Palazzi, Padova (dal 27 dicembre)

Santuario di Terrassa Padovana, Conselve (dal 11 febbraio)

Santuario di San Leopoldo, Padova (dal 17 febbraio)

 

Diocesi di Treviso

Cattedrale di San Pietro Apostolo, Treviso (dal 13 dicembre)

 

Diocesi di Verona

Cattedrale Santa Maria Assunta in Verona (dal 13 dicembre)

Santuario della Madonna della Corona in Spiazzi (dal 20 dicembre)

Santuario della Madonna del Carmine in San Felice del Benaco (dal 20 dicembre)

Santuario di S. Teresa di Gesù Bambino in Tombetta (dal 20 dicembre)

Santuario della Madonna di Lourdes in Verona (dal 20 dicembre)

Santuario della Madonna del Frassino in Peschiera (dal 20 dicembre)

Santuario della Madonna della Salutein Porto di Legnago (dal 17 dicembre)

Santuario della Madonna della Bassanella in Soave (dal 20 dicembre)

 

Diocesi di Vicenza

Cattedrale di Santa Maria Annunciata, Vicenza  (dal 12 dicembre)

Santuario della Madonna di Monte Berico, Vicenza (dal 13 dicembre)

Santuario Maria Salus Infirmorum di Scaldaferro, Pozzoleone (dal 13 dicembre)

Santuario francescano della Pieve, Chiampo (dal 13 dicembre)

 

Diocesi di Vittorio Veneto

Cattedrale di Santa Maria Assunta, Vittorio Veneto (dal 13 dicembre)

Basilica della Madonna dei Miracoli, Motta di Livenza (dal 13 dicembre)

Abbazia di Santa Maria, Follina (dal 20 dicembre)

 

Nei prossimi articoli qualche curiosità in più...

 

LEGGI ANCHE:

Meteo Veneto

I nostri prodotti