Home>Le Rubriche>Curiosità>Modi di dire veneti: pasàr dal trasto in sentina

Modi di dire veneti: pasàr dal trasto in sentina

Qual è l’origine del modo di dire “pasàr dal trasto in sentina”?


L’espressione, che in senso figurato significa “saltare da un ragionamento all’altro senza un nesso logico”, “saltare di palo in frasca”, è ancora oggi in uso e, sentendola, è facilmente intuibile la sua natura di origine marinaresca.
Il cosiddetto trasto, infatti, è un asse di legno posto di traverso alla barca nella parte alta e varia di numero a seconda dell’imbarcazione. Esso serve a collegare i due fianchi della barca e stabilirne l’apertura.
Il termine sentina, invece, indica il fondo della barca, dove si raccolgono i vari scoli e le infiltrazioni d'acqua, e da esso pare derivi anche la parola sentinella, ad indicare, appunto, la persona che un tempo era a guardia del fondo dello scafo per segnalarne subito eventuali infiltrazioni o falle che ne potessero compromettere la solidità, ovvero persona di guardia alla sentina.


 

VEDI ANCHE:

 

Meteo Veneto

I nostri prodotti