Home>Le Rubriche>Misteri e leggende>La leggenda della principessa Layana

La leggenda della principessa Layana

Si racconta che Villa Valmarana una delle piu belle e famose ville del vicentino, fosse abitata da un potente ricco e nobile signore il quale si ritrovò ad avere come discendente, un'unica bellissima figlia, che però aveva un particolare difetto. Era soggetta a nanismo, il suo corpo non cresceva,  malgrado un bellissimo aspetto rimase con un corpicino piccolo.

Il padre volle preservarla e difenderla dal mondo esterno, che ne avrebbe fatto sicuramente un motivo di scherno per la sua diversità. Fece costruire per lei un giardino a misura nel quale sarebbe cresciuta serena e felice circondata perfino da una corte di persone della sua stessa statura.

Un giorno, però, Layana, incuriosita, decise di andare oltre quelle mura che la proteggevano. Affacciandosi al muro del suo giardino, incontrò lo sguardo di un prode cavaliere che, guardandola in viso, non potè che innamorarsene.


Ma la storia d'amore non durò molto, una volta scoperto il segreto della principessa da parte del il cavaliere fuggi lasciando nella disperazione la principessa Layana respinta e derisa, che si lasciò morire lanciandosi cadere da quel muro che l'aveva isolata dal mondo

Alla scoperta del corpo della loro amata padroncina anche i 17 fedeli servitori rimasero impietriti dal dolore. Oggi i 17 nani da cui Villa Valmarana prende il suo nome, sono visibili sulle mura di cinta, custodi e testimoni del triste destino della piccola creatura.

Meteo Veneto

I nostri prodotti