Home>Le Rubriche>Misteri e leggende>Torcello e la leggenda del trono di Attila

Torcello e la leggenda del trono di Attila

Torcello è stata la prima delle isole di Venezia ad essere abitata, tanto che risulta esservi stato presente un insediamento fin dai primi secoli dell’Impero Romano, nello stesso periodo in cui fioriva la vicina città di Altino.

Posta subito a nord di Burano, l’isola conta oggi solamente diciassette residenti ed è da sempre un luogo ricco di leggende e storie curiose. Tra tutte, oggi vi raccontiamo quella del trono di Attila, il re degli Unni.

Narra la leggenda che, durante l’invasione degli Unni in Italia nel V secolo, essi sarebbero arrivati fino all’isola di Torcello, dove si erano rifugiati gli abitanti della vicina città romana di Altino.

Il trono di pietra che ancora oggi si trova davanti alla cattedrale sarebbe stato usato addirittura dal re degli Unni, Attila, il celeberrimo ‘flagello di Dio’.

Secondo le fonti storiche, però, gli Unni non arrivarono mai a Torcello, perché la loro avanzata in Italia nord- orientale si fermò ad Aquileia e, comunque, essendo un popolo della steppa, non avrebbero mai nemmeno pensato di raggiungere un’isola via mare.



Nonostante l’infondatezza della leggenda, questo trono di pietra è comunque risalente al V secolo, quando si formò la prima comunità nell’isola di Torcello a Venezia. Questo trono veniva usato, infatti, come seggio del magister militum, il governatore dell’isola, durante le riunioni del consiglio e quando amministrava la giustizia.

Meteo Veneto

I nostri prodotti