Sono duecento le opere d’arte selezionate per la terza edizione del Premio Internazionale Biennale d’Arte di Asolo, esposte fino al 15 giugno nel complesso che comprende la Chiesa e il Convento dei Santi Pietro e Paolo.

Il Premio, del quale sono già stati resi noti i vincitori nelle sezioni di pittura e scultura, si conferma una delle iniziative più interessanti nel panorama dei concorsi artistici nazionali. Accanto al Premio, sono state organizzate tre straordinarie mostre: tredici maestri dell’arte contemporanea per «La resistenza della pittura» al Museo Civico; alcuni tra gli artisti più rappresentativi dell'area veneta in «Terre antiche, territori mobili: l’esperienza dell’arte veneta»; «L’enigma della bellezza» al Museo e Gipsoteca Antonio Canova di Possagno nella quale le sculture e i disegni di Giuliano Vangi dialogheranno idealmente con le opere di Antonio Canova in.

Da segnalare: «Così lontano, così vicino – Artisti coreani alla Biennale di Asolo». Alcuni fra i più importanti artisti della scena dell’arte contemporanea coreana porteranno i loro lavori in diverse sedi del centro storico.

Programma completo su:www.biennaleasolo.org.