Home>Le Rubriche>News dal Veneto>Cortina, la perla delle Dolomiti, ospiterà il Mondiale 2021

Cortina, la perla delle Dolomiti, ospiterà il Mondiale 2021

Il Consiglio Fis, riunito a Cancun (Messico), ha votato positivamente assegnando a Cortina il Mondiale di sci alpino 2021. L’annuncio è stato dato dal presidente Fis Gianfranco Kasper.

 

«Dopo 60 anni dai Giochi Olimpici Invernali del 1956 e del mitico Toni Sailer, la Perla delle Dolomiti torna meritatamente alla più grande ribalta mondiale dello sci alpino. Sarà una grande festa dello sport, ma anche una grande sfida organizzativa, infrastrutturale, mediatica, che Cortina, il Veneto, i Veneti, sapranno vincere e che avrà ricadute positive per anni e anni, anche per l’intera montagna veneta. In questo cammino la Regione del Veneto c’è stata, c’è e ci sarà, con tutte le azioni possibili». Così Luca Zaia, presidente del Veneto, ha commentato l’assegnazione dei campionati mondiali di sci 2021 a Cortina d’Ampezzo.

 

Flavio Roda, che era tra i votanti in quanto componente del Consiglio Fis, reagisce così all’annuncio:

“Questa è una vittoria per tutte le realtà sportive e imprenditoriali ampezzane, che hanno ora una chance importante da utilizzare per proiettare Cortina verso il futuro. Così come è una vittoria per l’Italia sportiva e non solo: avremo un grande evento internazionale sulle montagne italiane e dovrà essere l’opportunità per un rilancio complessivo del Paese».

 

«Cortina ha raggiunto un obiettivo straordinario - ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò -, costruito con tenacia, capacità e passione. I Mondiali di sci rappresentano uno spot di rara efficacia per promuovere l’eccellenza del nostro Paese e per certificare la credibilità e il ruolo preminente rivestito dallo sport italiano a livello internazionale. Questa assegnazione premia l’eccellente lavoro di squadra svolto da Con, Fisi, Governo e Comune, grazie a una sinergia proficua che rappresenta lo schema vincente da seguire per coronare un altro sogno fantastico, chiamato Roma 2024. Cortina, prima città olimpica italiana della storia, potrebbe essere tra l’altro - ancora una volta - teatro di un grande evento destinato a fare da preludio a una nuova emozione a cinque cerchi, come quando passò il testimone alla Capitale per i Giochi Estivi del 1960 dopo aver ospitato quelli Invernali del 1956».

 

Riccardo Donadon, presidente della Fondazione Cortina 2021, e fondatore della ormai famosa H-Farm di Roncade, esprime queste belle parole “Quello del 2021 dovrà essere un Mondiale tecnologico e ecosostenibile, che serva da volano per la montagna italiana, per la sua cultura e per rilanciare la tradizione del made in Italy. È un successo che condividiamo con i cittadini di Cortina e con tutto il territorio veneto, e che ci spinge ora a lavorare con maggiore impegno per dare forma al sogno che abbiamo fortemente voluto diventasse realtà.”

 

Donadon ha preso spunto dalla sua esperienza di imprenditore nell’innovazione tecnologica per lanciare una candidatura che mette al centro lo sport, ma ha una grande attenzione per i giovani e per quello che sarà il mondo del 2021. Emozionante il parallelismo con l’Olimpiade ampezzana del ’56, la prima ad esser trasmessa in diretta tv, la prima in cui alla stampa furono fornite 400 macchine da scrivere pubbliche. L’obiettivo è quello di fare di Cortina 2021 il primo evento in cui tecnologia ed ecosostenibilità modifichino l’approccio agli sport di montagna. Una legacy che rimarrà anche negli anni a seguire e che potrà fare di Cortina un modello da imitare.

La nuova zona d’arrivo a Rumerlo, i nuovi impianti di risalita, il collegamento con l’Alta Badia saranno le chiavi del progetto sciistico per il Mondiale. E saranno supportate da investimenti per 140 milioni di euro (già stanziati dal Governo) sulle infrastrutture stradali e logistiche, tra le quali autostrade, linea ferroviaria, riapertura dell’aeroporto di Fiames, etc.

 

Questa è una carta da giocare bene, sfruttando al meglio ogni risorsa per creare un terreno non solo bello ma anche utile al futuro del nostro paese.

 

VEDI ANCHE:

Meteo Veneto

I nostri prodotti