Home>Le Rubriche>News dal Veneto>Extra Brut, extra record

Extra Brut, extra record

17 dicembre 2015


“Oggi ufficialmente abbiamo superato quota cinque milioni di bottiglie imbottigliate”
ha annunciato con orgoglio il presidente del Consorzio Vini Asolo Montello, Armando Serena, lo scorso 14 dicembre, e continua: “Precisamente, siamo a cinque milioni e ventimila bottiglie. Un risultato che ci fa guardare fiduciosi agli anni avvenire, il nostro Consorzio ha molti spazi di crescita”.
Un dato importante, che porta la produzione 2015 del Prosecco Extra Brut a quadruplicarsi, con una previsione di 200.000 bottiglie contro le 50.000 del 2014.

A seguito della modifica del disciplinare del 2014, oggi il Consorzio Vini Asolo Montello è l’unica denominazione nel panorama del Prosecco che può definire la tipologia Extra Brut in etichetta DOCG, tipologia che incontra sempre più i gusti dei consumatori. Mentre, infatti, fino a qualche tempo fa il pubblico preferiva vini dal sapore più amabile, il consumatore tipo odierno si sposta sempre di più verso gusti secchi, elemento che ha spinto molti produttori ad avvicinarsi all’Extra Brut.
“La conferma della nostra scelta arriva anche dagli Stati Uniti” ha commentato Serena, “che, storicamente, si è sempre dimostrato un mercato interessato all’acquisto di vini dolci; la California, ad esempio, dimostra molta curiosità nei confronti dell’Extra Brut e la conferma è una continua crescita delle vendite”.


Il Prosecco Asolo DOCG si fa espressione più caratteristica di questa preferenza gustativa: il terreno dei colli asolani dona, infatti, vini di maggiore struttura, con un estratto secco mediamente più elevato e una spumantizzazione a residuo zuccherino compreso tra 0 e 6 grammi/litro in seconda rifermentazione.   
L’area di produzione della DOCG Asolo Prosecco si sviluppa a nord ovest della città di Treviso, nella prima fascia collinare pedemontana, sui comprensori collinari costituiti dal Montello e i Colli Asolani posti ai piedi delle Dolomiti, tra Nervesa della Battaglia, a est, e l’abitato di Fonte, a ovest.

Il paesaggio e l’uomo convivono, in queste zone, in maniera così profonda da diventare espressione l’uno dell’altro, caratteristica che rende anche i prodotti, come i vini, di questa zona unici al mondo.




di Elisa De Conti

VEDI ANCHE:

 

Meteo Veneto

I nostri prodotti