Alla terza edizione del Concorso Enologico Nazionale dei Vini Rosati, tenutosi a Otranto, il Veneto si aggiudica cinque medaglie.

Nel corso della cerimonia - che ha consacrato i migliori vini Rosati d’Italia, scelti tra 319 etichette di 245 cantine di tutte le 20 Regioni - sono stati premiati i tre migliori vini di ognuna delle sei categorie del concorso promosso dall’assessorato alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia, autorizzato dal Ministero delle Politiche Agricole e realizzato in partenariato con Assoenologi, Accademia Italiana della Vite e del Vino e UnionCamere Puglia.

Il Veneto ha trionfato nella categoria “Frizzanti-IGT-IGP”.
Si è aggiudicato la medaglia d’oro la “Marca Trevigiana IGT Rosè vino frizzante ‘Aura Letitiae’ 2013” dell’azienda agricola Manera Luigi società agricola S.S. di Castelfranco Veneto (Treviso), ed il bronzo al “Veneto IGP Raboso Rosato vino frizzante 2013” dell’azienda agricola La Pracurte di Fauro Francesco 2C Snc di Annone Veneto (Venezia).
Per la categoria “Spumanti DOC – DOP”, come già nell’edizione 2013, sono stati premiati i vini delle due cantine venete che hanno conquistato il primo e secondo posto, rispettivamente l’azienda agricola Benazzoli Fulvio di Pastrengo (Verona) con il “Bardolino DOC Chiaretto vino spumante brut ‘Ruffiano’ 2013” e l’azienda agricola Righetti Enzo di Cavaion Veronese (Verona) con il “Bardolino DOC Chiaretto spumante brut 2013’’.
Infine, ancora una medaglia d’oro nella categoria “Spumanti IGT-VSQ” con il “Manzoni Moscato Rosato vino spumante di qualità dolce 2013” dell’azienda agricola Ca’ Salina S.S. di Valdobbiadene (Treviso).

Il Veneto continua egregiamente ad eccellere in un settore, come quello enologico, in cui, da sempre, si distingue.

Ti potrebbe interessare anche:

Sorsi d’Autore
Agroalimentare: crescita e solidità
Il primo occhiale al mondo in legno by Dolomiti