Home>Le Rubriche>News dal Veneto>La storia della Serenissima presto in un nuovo museo

La storia della Serenissima presto in un nuovo museo

Venezia sta per arricchirsi di un nuovo museo. Questo, se non altro, è quanto emerge dall’intervista che la direttrice della Fondazione Musei Civici Veneziani, Gabriella Belli, ha rilasciato al Corriere della Sera, affermando che la città avrà presto un nuovo museo dedicato alla storia della Serenissima, “che spieghi il mito di Venezia, un luogo che sia la prima tappa, quasi obbligatoria, di una visita”


Il nuovo spazio, “un luogo dove un visitatore possa scoprire la Venezia nascosta, il suo sapere, il suo artigianato, le sue grandi stagioni artistiche, la sua creatività, i suoi commerci, il suo rapporto con il mare e quello con la terraferma”, sarà realizzato nel palazzetto delle Pescherie di Rialto e andrebbe ad aggiungersi ai 12 Musei Civici Veneziani già esistenti (Palazzo Ducale, Correr, Fortuny, Torre dell’Orologio, Ca’ Rezzonico, Ca’ Pesaro, Ca’ Mocenigo, Casa Goldoni, Museo del Vetro, Museo del Merletto, Museo Navale, Museo di Storia Naturale).
“Per riempirlo” ha precisato al Belli, “abbiamo qualcosa come settecentomila oggetti nei nostri magazzini, ma non vogliamo un ennesimo museo, bensì qualcosa di nuovo, un crocevia culturale capace di orientare, di raccontare l’anima profonda di questa straordinaria città”.
“L’edificio, composto di due corpi di fabbrica, uno di 280 metri quadri e uno di circa 500, non è immenso ma estremamente ‘elastico’, prestandosi appunto ad un uso polivalente”, con ampia terrazza che si affaccia sul Canal Grande, location ideale per eventi culturali.

Con questo nuovo spazio dedicato alla storia della Serenissima, una sorta di casa della cultura della laguna, i Musei Civici Veneziani raggiungeranno quota 13.  

 


di Elisa De Conti

 

 

VEDI ANCHE:


Meteo Veneto

I nostri prodotti